Paolo De Chiara

Lo Stato italiano è stato una dittatura feroce che ha messo a ferro e fuoco l’Italia meridionale e le isole, squartando, fucilando, seppellendo vivi i contadini poveri che scrittori salariati tentarono d’infamare col marchio di briganti. Antonio Gramsci

febbraio: 2019
L M M G V S D
« Gen    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728  

#iohodenunciato

«IO HO DENUNCIATO» 
di Paolo De Chiara 
www.iohodenunciato.it
ROMANZO INEDITO! 
#iohodenunciato #tdg #romanzo #storiavera #paolodechiara #romanziitaliani


Cosa succede ad una vittima dopo aver denunciato dei clan mafiosi? 
Lo Stato ti abbandona? 
Lo Stato ti tutela? 
Devi lasciare la tua terra? 
Devi abbandonare le tue amicizie? 
Devi abbandonare il tuo lavoro? 
Lo Stato ti aiuta psicologicamente? 
Lo Stato ti aiuta a reinserirti nel contesto sociale e lavorativo? 
Tutte risposte che troverai leggendo il romanzo «Io ho denunciato». 
Non è il classico romanzo dove si racconta la storia di una vittima di mafia, perché queste storie sono tutte uguali, chi più e chi meno, sono sempre drammatiche. 
In questo romanzo si racconta maggiormente e realmente cosa accade ad una vittima dopo aver denunciato.


«IO HO DENUNCIATO» lo trovi ON LINE sui maggiori STORE.

PREMIO letterario “Uniti per la Legalità”

PREMIO letterario “Uniti per la Legalità”

3^ edizione- Sezione “narrativa edita”


III classificato “Il coraggio di dire No”, Paolo De Chiara (Targa – diploma e motivazione)

#iohodenunciato INTERVISTA #radioinblu

Cosa succede in città – Franco Zeffirelli e Paolo de Chiara
#intervista #iohodenunciato #storiavera

  • Che cosa succede quando un imprenditore, vessato dalle assurde pressioni di clan mafiosi, decide di denunciare? Come vive dopo la denuncia? Quali tutele offre lo stato a lui e alla sua famiglia? A queste domande risponde lo scrittore Paolo de Chiara, che alle vite dei testimoni di giustizia ha dedicato già altri libri. Il più recente è ‘Io ho denunciato’ la storia vera di un imprenditore coraggioso, che ha deciso di denunciare i suoi aguzzini, accettando di stravolgere completamente la sua vita.

digita qui per Approfondire

#appuntamenti IO HO DENUNCIATO

#interventi #2019

#workinprogress


BOLOGNA, 24 febbraio
CASTEL DI SANGRO, 6 marzo MARTINA FRANCA, 9 marzo
CAPO D’ORLANDO, 15 marzo
ROMA, marzo
CATANZARO, 12 aprile
MILANO, 4 maggio
PARMA, 25 maggio
#iohodenunciato

#intervista RADIO in Blu

LIVE…
INTERVISTA #PDC#iohodenunciato#storiavera

COSA SUCCEDE IN CITTÀ?
Il programma condotto da Ida Guglielmotti punta ad informare il pubblico su alcuni significativi appuntamenti di carattere culturale in cartellone nelle varie regioni italiane.

15 febbraio dalle 21:15

#recensione IO HO DENUNCIATO

I tempi che viviamo sono sempre più cupi. Si parla a sproposito di rimozione delle scorte. In questo buio compare, abbacinante, il libro di PaoloDeChiara, io ho denunciato. Con uno stile semplice e di impatto De Chiara racconta la vicenda di un testimone di giustizia che denuncia la mafia, facendo chiarezza ancora una volta, dopo i suoi precedenti libri, Sulla differenza tra testimoni di giustizia e collaboratori di giustizia. Una differenza che talvolta le stesse istituzioni ignorano. Nel libro emerge tutta la personalità di De Chiara e la sua cultura ricercata, tanto che anche le citazioni messe in bocca al protagonista sono tanto azzeccate quanto insolite. Da notare anche il nome Lea, dato a una comparsa del libro, come a voler ricordare Lea Garofalo, della cui drammatica storia si è occupato nel precedente Il coraggio di dire no.
Perché denunciare se poi si finisce per vivere sotto scorta e questo vuol dire in un certo senso smettere di vivere, finire in un limbo, sopportare un immane stress psicofisico, perdere gli affetti, allontanarsi dalla propria terra, mettere in pericolo la propria famiglia, avere a che fare con membri delle istituzioni a volte incompetenti e insensibili? La risposta la troverete leggendo il libro, ma vale la pena accennarla: non solo ogni conquista, anche quella nella lotta alla mafia, non è data una volta per tutte perché la mafia si ripresenta ovunque ogni giorno, ma è solo l’ unione delle voci a creare l’onda che può abbattere il sistema.
Esistono inoltre tante persone empatiche e competenti grazie alle quali il sistema di protezione rimane un valido strumento per i testimoni di giustizia anche se con grandi criticità.

Consiglio la lettura a Matteo Salvini e a tutti i rappresentanti delle istituzioni, a ogni livello.

#Bologna, 24 febbraio 2019

FAME E SETE DI GIUSTIZIA, Bologna, 24 febbraio 2019.
FORUM GIOVANI DEL MOVIMENTO GIOVANILE SALESIANO

Istituto Beata Vergine di San Luca.
• L’incontro con i testimoni: Paolo De Chiara, giornalista e scrittore italiano, autore di “Testimoni di Giustizia. Uomini e donne che hanno sfidato le mafie” e Alessandro Gallo, figlio del camorrista Gennaro e cugino di Cristina Pinto, conosciuta come Nikita della camorra, che ha scelto di non seguire le orme del padre ed ora è attore e autore teatrale.
#testimonidigiustizia

Paolo De Chiara

Giornalista, scrittore, sceneggiatore.
È nato a Isernia, nel 1979.
In Molise ha lavorato con gran parte degli organi di informazione (carta stampata e tv), dirigendo riviste periodiche di informazione, cultura e politica. Si dedica con passione, a livello nazionale, alla diffusione della Cultura della Legalità all’interno delle scuole.
Nel 2012 ha pubblicato «Il Coraggio di dire No. Lea Garofalo, la donna che sfidò la ‘ndrangheta» (Falco Ed., Cosenza); nel 2013 «Il Veleno del Molise. Trent’anni di omertà sui rifiuti tossici» (Falco Ed., Cosenza), vincitore del Premio Nazionale di Giornalismo ‘Ilaria Rambaldi’; nel 2014 «Testimoni di Giustizia. Uomini e donne che hanno sfidato le mafie» (Perrone Ed., Roma); nel 2018 «Il Coraggio di dire No. Lea Garofalo, la fimmina che sfidò la schifosa 'ndrangheta» (Treditre Ed., Avezzano); nel 2019 «Io ho denunciato. La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano» (Romanzi Italiani).

Ha collaborato con Canal + per la realizzazione del documentario «Mafia: la trahison des femmes», Speciàl Investigation (MagnetoPresse). Il documentario è andato in onda in Francia nel gennaio del 2014.

«IO HO DENUNCIATO», 2019

La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano.

'Ogni parola che non imparate oggi è un calcio nel culo che prenderete domani', don Lorenzo Milani

«IL CORAGGIO DI DIRE NO» (Nuova edizione aggiornata, 2018)

La fimmina che sfidò la schifosa 'ndrangheta.

«TESTIMONI di GIUSTIZIA», 2014

Uomini e Donne che hanno sfidato le mafie, Perrone Ed., 2014

Premio ‘RAMBALDI’, 2014

PREMIO GIORNALISTICO NAZIONALE per IL VELENO DEL MOLISE, Lanciano (Chieti), 11 aprile 2014

«IL VELENO del MOLISE», 2013

Trent'anni di omertà sui rifiuti tossici

Trent'anni di omertà sui rifiuti tossici, Falco Ed., 2013

«IL CORAGGIO di DIRE NO», 2012

IL CORAGGIO DI DIRE NO. Lea Garofalo, la donna che sfidò la ‘ndrangheta di Paolo De Chiara (Falco Editore, 2012). Prefazione di Enrico FIERRO, Introduzione di Giulio CAVALLI

La donna che sfidò la 'ndrangheta

Paolo De Chiara su TWITTER

25 Aprile!

Per non dimenticare: LIBERAZIONE dal Nazi-Fascismo25 aprile 2019
61 giorni ancora.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: