Paolo De Chiara

Home » adriana poli bortone » IANNACCONE, IL SUD OLTRE DESTRA E SINISTRA

IANNACCONE, IL SUD OLTRE DESTRA E SINISTRA

 

Con Noi Sud nasce un nuovo movimento meridionale

“Il Meridione ne ha bisogno. Non ci riconosciamo nelle vecchie categorie politiche ma diamo fiducia al governo”

 

di Paolo De Chiara (dechiarapaolo@gmail.com)

“La neo componente politica Grande Sud nasce con l’obiettivo di dare voce e forza alle istanze del territorio meridionale in Parlamento”. Questo il concetto espresso nei giorni scorsi dal vice-presidente del gruppo misto Grande Sud Arturo Iannaccone. Abbiamo avvicinato il parlamentare avellinese, oggi segretario nazionale di Noi Sud Eletto alla Camera dei Deputati con il Movimento per l’Autonomia di Raffaele Lombardo nel 2008, ne è fuoriuscito due anni dopo per “il ribaltone in Sicilia che ha portato al governo regionale una coalizione di centro sinistra“.

Lei è uno dei fondatori di questo nuovo movimento meridionale, Noi Sud. Il Paese davvero ha bisogno di un nuovo partito del mezzogiorno?
Il sud ne ha bisogno, perché da anni la questione meridionale non è stata affrontata con determinazione dai partiti nazionali e avendone bisogno il sud, ne ha bisogno l’Italia.

Esistono altri partiti che portano avanti la storica questione meridionale.
Ad esempio?

Ad esempio Io Sud. Proprio la senatrice Adriana Poli Bortone, presidente del movimento, ha affermato: “è vergognoso che un progetto bello, arioso, dinamico e moderno come quello del Grande Sud debba essere svilito da chi, come Iannaccone, pretende di ragionare con sistemi della parte peggiore della prima Repubblica”.
Forse la senatrice Poli Bortone ha interpretato male il senso della costituzione della componente parlamentare alla Camera da parte nostra. Noi vogliamo dar vita ad un partito realmente sudista, federale che valorizza i territori e le classi dirigenti locali. Siamo fortemente contrari a qualunque tipo di partito proprietario. Chi vuole organizzare un partito così non lo può fare con noi.

Esiste un gruppo di partiti che rappresentano il sud del Paese, ma la scena sembra molto frammentaria. Al contrario della Lega che ancora riesce ad essere compatta al Nord. Lei cosa può dirci?
Bisogna fare esattamente come la Lega. Un partito del sud può avere un notevole successo elettorale anche al nord. Non dobbiamo dimenticare che esiste un sud nel nord Italia costituito dalle tante comunità meridionali che sono presenti al nord.

Centro-sinistra o centro-destra. Qual’è la vostra posizione? 
Queste categorie sono superate. Noi mettiamo al centro gli interessi del sud e le alleanze saranno naturali quando si dovrà discutere di programmi. La mia idea è che, se la Lega ha ottenuto il federalismo con il centro-destra, si può raggiungere il superamento della questione meridionale con lo stesso tipo di alleanza. Ma questo non vuol dire che non ci possano essere valutazioni diverse se si dovessero trovare più sensibilità e più attenzioni.

Scelte dettate quindi da opportunità politiche?
Noi mettiamo al centro della nostra azione politica e delle nostre alleanze la questione meridionale. Quando troveremo le convergenze che ci consentiranno di dare risposte concrete ai nostri territori allora realizzeremo le alleanze. Attualmente siamo stati eletti in maggioranza, in questo quadro politico, e sosterremo questo quadro politico fino alla fine.

A parte una questione meridionale mai risolta dall’Unità d’Italia e utilizzata spesso e volentieri come uno spot per prendere voti, quali sono gli altri punti della vostra azione politica?
Noi difendiamo i valori della vita, riteniamo che ci sia la centralità assoluta della famiglia nel nostro sistema e che bisogna garantire tutti i servizi essenziali come l’istruzione, la sanità. Siamo per un sistema pubblico che possa essere sempre più efficiente e competitivo.

In Molise avete raggiunto, alle ultime regionali, il 7.96% in provincia di Campobasso e il 2.93% in provincia di Isernia, eleggendo due consiglieri regionali (Chieffo e D’Aimmo). 
Abbiamo ottenuto un voto trasversale. Sicuramente abbiamo preso voti nell’ambito del centro-destra, ma i voti sono arrivati anche dalla sinistra. Gli elettori molisani si sono riconosciuti nei loro candidati e nella grande proposta politica di un partito del sud che può consentire al Molise di riscattarsi rispetto a una condizione di difficoltà.

Alle regionali in Molise (16 e 17 ottobre scorso) avete candidato nelle vostre liste un certo Pietro Pasquale. Leggo un’agenzia dell’Ansa del 1993: “consigliere regionale democristiano e presidente della prima commissione permanente del consiglio regionale del Molise, è stato arrestato a Campobasso” perché accusato dei reati di corruzione, truffa aggravata, abuso in atti d’ufficio e turbativa d’asta. Come scegliete i vostri candidati? 
Personalmente non sono al corrente di questa candidatura. Ma se i nostri referenti locali hanno ritenuto di inserire tra i vari candidati anche questo ex consigliere regionale penso che lo abbiano fatto a ragion veduta.

Come vi ponete di fronte a una crisi politica, sociale ed economica che sta attraversando il Paese?
Riteniamo che gli impegni assunti da Berlusconi nella famosa lettera con l’Unione Europea ci possano consentire di affrontare la crisi. Ritengo che questo Governo abbia fatto tutto ciò che era possibile fare nell’interesse dell’Italia e degli italiani

Avete i numeri per rispettare gli impegni presi in sede europea?
Li verificheremo.

Cioè?
C’è una situazione molto incerta. Noi siamo certi nel dare fiducia ancora al Governo.

E’ positivo, quindi, il giudizio sul Governo Berlusconi.
Positivo sul Governo e soprattutto sugli impegni che sono stati assunti in sede europea. Siamo convinti che solo questo Governo possa mantenere fede agli impegni assunti.

Tutti chiedono, compreso Bossi, un passo indietro di Berlusconi. Voi cosa chiedete?
Pronunciamenti ufficiali non esistono. Tutte le dichiarazioni riportate sui giornali fanno parte del dibattito quotidiano, nel quale emergono anche posizioni contraddittorie. Ritengo che l’asse all’interno della maggioranza non si sia incrinato. Doverosamente bisogna verificare se questo Governo ha la maggioranza in aula, dopodiché valuteremo insieme ai nostri alleati futuri scenari. In assenza di un voto di sfiducia da parte del Parlamento non si può né parlare di altro presidente del Consiglio né di altro governo né di un’altra maggioranza.

Se dovesse cadere Berlusconi voi siete per le elezioni anticipate?
La strada più lineare è questa.

Con questa legge elettorale, così potrete decidere voi chi mandare in Parlamento a rappresentare i cittadini?
Noi siamo per cambiarla la legge elettorale, ma non è responsabilità nostra. Altri stanno facendo tutto il possibile per destabilizzare il quadro politico e per andare al voto anticipato senza dare il tempo a questo parlamento di fare una riforma elettorale o agli elettori di esprimersi attraverso il referendum. Io voterei a favore del ripristino del ’Mattarellum’.

Come commenta le affermazioni di Salvini (“Il Pdl non esiste. Sul territorio ha fatto andare avanti certa gente, che pensa solo agli affari suoi”) e di Zaia (“Il Governo non può andare sempre alla conta”)?
Non commento le dichiarazioni dei singoli

Nemmeno quelle di Crosetto che insulta il premier?
Non commento affermazioni o pratiche pronunciate in maniera privata. Commento solo dichiarazioni ufficiali.

Il ’Financial Times’ scrive: “Gli italiani si diano una mano per primi. E potrebbero cominciare cacciando il premier Silvio Berlusconi”, mentre per il Financial Times Deutschland “Berlusconi è la crisi in persona”. Nemmeno queste affermazioni commenta?
Paghiamo una tradizionale avversione di alcuni Paesi europei nei nostri confronti, che vogliono vincere con noi la competizione economica, le sfide produttive e che ci hanno sempre visto con il fumo negli occhi. La cosa grave è che ci sia in Italia chi fa sponda a queste posizioni anti italiane, invece di difendere il nostro Paese. Abbiamo il dovere di difendere l’Italia e gli italiani.

da Lindro.it

http://www.lindro.it/Iannaccone-il-Sud-oltre-destra-e,4300#.TrronfRCqdA


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: