Paolo De Chiara

Home » Lindro.it » La moderna lotta alle mafie

La moderna lotta alle mafie

Il rating di legalità per le imprese

La moderna lotta alle mafie

Lumia: “Una proposta geniale, che coniuga legalità e sviluppo”

di Paolo De Chiara (dechiarapaolo@gmail.com)

Un rating anti-mafia per premiare le imprese virtuose in tema di legalità può essere uno strumento in più per combattere il crimine organizzato, ma c’è ancora molto da fare sul piano della necessaria rottura delle connivenze con il potere e le istituzioni”. Con queste parole Laura Garavini, capogruppo del Pd in commissione Antimafia, commenta la proposta del responsabile legalità di Confindustria Antonello Montante. Il rating di legalità sarà utilizzato per sostenere le imprese che operano nel rispetto delle regole, che si oppongono al controllo della criminalità organizzata. Montante su ’L’Unità’ spiega la sua idea: “lo spread negativo sui fattori di crescita non può comprendere soltanto l’andamento dei titoli di Stato, delle banche o delle assicurazioni. Bisogna cominciare a prendere sul serio l’idea di intervenire sullo spread delle aziende che investono e vivono nei mercati grazie a processi di legalità e a codici anti-corruzione, per non parlare di quelle imprese che si sono messe in prima linea contro la mafia e che oggi meriterebbero formali riconoscimenti imprenditoriali”.

Il rating di legalità potrebbe essere lo strumento ideale per misurare la credibilità di un’azienda. Per verificare che non scenda a compromessi con il sistema mafioso. Che combatta le illegalità. E lo Stato, sulla base dei risultati, dovrebbe rispondere con agevolazioni e incentivi. Per il componente della Commissione Antimafia, Giuseppe Lumia: “introdurre un rating di legalità per valorizzare e premiare le imprese oneste è un’idea valida. Uno strumento utile per sostenere tutte quelle realtà che rispettano le leggi, denunciano le estorsioni, le infiltrazioni mafiose, i condizionamenti esercitati dalla mafia. A queste imprese si potrebbero concedere agevolazioni fiscali per promuovere la crescita dell’economia sana e legale”. Favorevole alla proposta anche il Ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri (“Bisogna far crescere la cultura della fiducia. La proposta di Montante di attivare un rating per le aziende sane è molto interessante e dovremmo approfondirla”) e molti rappresentanti politici di tutti gli schieramenti. “Si tratterebbe – ha aggiunto Lumia – di un altro passo in avanti nella lotta alla criminalità organizzata e contro l’economia illegale, che toglie ricchezza e posti di lavoro a quella legale e nega ai lavoratori e ai cittadini i loro diritti”.

Sulla questione è intervenuto anche il magistrato della Dda di Palermo, Antonio Ingroia: “un’ottima idea che dà continuità alle proposte di Confindustria. Ora però tocca alla politica raccogliere il testimone e comportarsi allo stesso modo: iniziando ad espellere i collusi con Cosa Nostra. E proprio sulle colonne de ’L’Unità’ Ingroia aggiunge: “Il salto di qualità sul fronte antimafia è stato fatto attraverso proposte che cercano di rendere conveniente lo stare dentro le regole. Ecco, l’idea di costruire un rating antimafia per le aziende va proprio in questa direzione. Non soltanto punendo quelle colluse con la criminalità o affidando il tutto a richieste di facciata per il rispetto dell’eticità, ma premiando quelle che invece si impegnano per la legalità intesa come rispetto delle regole. L’economia illegale è la palla al piede, la zavorra della Sicilia; l’economia legale al contrario deve diventare conveniente anche dal punto di vista economico”.

Abbiamo avvicinato il Senatore Giuseppe Lumia, da anni sotto scorta perché minacciato di morte da Cosa Nostra, che non ha usato mezzi termini per giudicare l’idea lanciata da Antonello Montante. “E’ una proposta geniale, un altro passo in avanti nell’impostare una moderna lotta alla mafia, che sa coniugare legalità e sviluppo. In questo rapporto possiamo ottenere dei risultati senza precedenti. Il rating antimafia responsabilizza le imprese a sposare la legalità e in cambio fa ottenere dei benefici dal sistema del credito e, quindi, fa ottenere dei risultati in termini di sviluppo”.

Senatore, si stanno registrando commenti positivi trasversali intorno al ’rating antimafia’. Lei come giudica le aperture dei rappresentanti dei partiti?
Naturalmente è un ottimo risultato. Certo, bisogna stare molto attenti che non sia la classica condivisione che lascia poi lo stato delle cose inalterato. E’ necessario dare concretezza a questa proposta e realizzarla al più presto possibile.

Per il giudice siciliano Antonio Ingroia: “tocca alla politica raccogliere il testimone e comportarsi allo stesso modo”. Lei condivide?
Condivido pienamente e da tempo mi batto in Parlamento perché si approvi una legge sulla cosiddetta incandidabilità di chi ha ricevuto un rinvio a giudizio e si trova di fronte al processo per reati contro la mafia e contro la pubblica amministrazione. Da tempo mi batto perché il codice etico, sottoscritto in Commissione Antimafia da tutti i partiti, si trasformi in legge. Per evitare le inapplicazioni che abbiamo dovuto constatare, sempre in Commissione, nelle ultime elezioni locali e regionali, senza mai escludere lo stesso livello nazionale ed europeo.

Come mai la proposta di Montante trova tutti i rappresentanti di partito d’accordo e, poi, in Aula si grida allo scandalo contro le richieste di arresto dei magistrati nei confronti dei parlamentari ritenuti collusi con le organizzazioni criminali?
La lotta alla mafie non è nell’agenda del Paese una priorità intorno a cui raccogliere tutte le migliori energie. Ritengo che facendola diventare una grande priorità potremmo riorganizzare al meglio il Paese, farlo uscire dalle secche dell’immobilismo, della sfiducia, della crisi economica in cui si trova e potrebbe diventare anche un’occasione per selezionare la classe dirigente che sa coniugare, appunto, legalità e sviluppo piuttosto che ancora colludere con le mafie.

da L’Indro.it di martedì 31 Gennaio 2012, ore 18:51

http://www.lindro.it/La-moderna-lotta-alle-mafie,6082#.TzuyJoGa2p4


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: