Giorno: 1 aprile 2015

Testimoni di Giustizia al Quirinale

francesco paolo e luigi coppola con tdg quirinale, 1 aprile 2015

 “Da funzionari promessa interessamento per assunzioni nella PA”

ROMA. “Il Capo dello Stato ci ha concesso di salire al Quirinale”. Questo è stato il commento a caldo di Luigi Coppola, il portavoce dei testimoni di giustizia campani. Dopo il sit-in e la richiesta di qualche giorno fa (‘Mattarella si distingua dal Governo’) è arrivato l’incontro tanto atteso. Non con Mattarella, ma con i funzionari del Quirinale. Le porte della ‘casa degli italiani’ sono state aperte anche per questi cittadini. “Purtroppo – ha aggiunto Coppola – anche se ci è stata data la massima attenzione, dall’incontro è emerso che il Presidente della Repubblica non ha potere sulle decisioni assunte dalla Commissione Centrale per i testimoni, di cui è presidente il viceministro Bubbico. Siamo però riusciti a strappare una promessa di interessamento per la questione delle assunzioni dei testimoni di giustizia nella Pubblica Amministrazione, come prevede una legge recentemente approvata. Speriamo che Bubbico e la politica tutta si diano da fare per aiutare i testimoni e non mortificarli abbandonandoli. Noi chiediamo meno pacche sulle spalle e più fatti, noi siamo la faccia pulita che si distingue tra tanti corrotti”.

Il Coraggio di Lea GAROFALO a FOSSANO (Cuneo), 28 marzo 2015

0

INAUGURAZIONE DELLA VIA CITTADINA DEDICATA A LEA… la fimmina ribelle che sfidò la Schifosa ‘ndrangheta!!!

FOSSANO (Cuneo), 28 marzo 2015

GRAZIE DI CUORE A TUTTI!!!

INSIEME SI PUO’!!! Come detto, bucando lo schermo, Paolo De Chiara ha fatto si che i presenti si sono posti l’impegno di un suo esclusivo ritorno in un prossimo futuro a Fossano, per approfondire meglio queste tematiche, soprattutto negli istituti scolastici, perché proprio i ragazzi sono rimasti i più entusiasti del modo di come ha rappresentato la storia giudiziaria ed umana di Lea.

GRAZIE FOSSANO… “Scioccante ed avvincente invece è stato l’intervento dello scrittore Paolo De Chiara, che ha galvanizzato la platea, con accenti veramente forti. Dopo il convengo, sempre alla presenza delle massime autorità è stata inaugurata la via dedicata a Lea Garofalo, vittima della ‘ndrangheta e che si trova, paradossalmente nei pressi di grandi lavori pubblici alla periferia della città e che lo scrittore De Chiara ha indicato come oggetti prediletti della criminalità organizzata per aggredire la società civile nel suo tessuto amministrativo, quasi a presidio di legalità, anche adesso che Lea non è più tra noi”.

Testimoni di Giustizia. Il coraggio contro le mafie
Lea Garofalo. Il Coraggio di dire NO

00

3 5 6

cartolina

targa targa000

targa4

targa1

articolo LA STAMPA articolo lea

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: