IO HO DENUNCIATO #fotolettori


IO HO DENUNCIATO. 
La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano. 
di Paolo De Chiara
(Romanzi Italiani, 2019)

IO HO DENUNCIATO. 
La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano. 
di Paolo De Chiara
(Romanzi Italiani, 2019)

“Voglio fare un appello a tutte le persone perbene, ai tanti cittadini onesti: DENUNCIATE, DENUNCIATE, DENUNCIATE!!! Questi mostri non sono invincibili. Si possono sconfiggere!! Soltanto con la denuncia possiamo eliminare definitivamente questo cancro che, da secoli, appesta i nostri territori. Questo è il messaggio che deve passare. I cittadini devono denunciare e tenersi lontani dalla mentalità mafiosa! Noi siamo pronti a fare la nostra parte” tratto dal libro IO HO DENUNCIATO di @paolo_de_chiara
#romanziitaliani @iohodenunciato #fotolettore


IO HO DENUNCIATO. 
La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano. 
di Paolo De Chiara
(Romanzi Italiani, 2019)

“Io sono un servitore dello stato …ognuno di noi è padrone del proprio destino”


IO HO DENUNCIATO. 
La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano. 
di Paolo De Chiara
(Romanzi Italiani, 2019)

“Tu non devi sperare. La speranza è una cosa orrenda, inventata dal potere per tenere sotto controllo le masse. La GIUSTIZIA ha bisogno di certezze e noi siamo sulla buona strada….”

IO HO DENUNCIATO. 
La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano. 
di Paolo De Chiara
(Romanzi Italiani, 2019)

Un imprenditore italiano subisce, per tanti anni, l’arroganza criminale da parte di due clan di Cosa nostra. Dopo una crisi interiore e un profondo senso di smarrimento denuncia gli aguzzini mafiosi. L’uomo entra in un mondo totalmente sconosciuto: anni di privazioni, difficili da sopportare. Le accuse contro i clan sono devastanti: arresti, processi, condanne. L’imprenditore, a seguito della denuncia, entra nel programma provvisorio di protezione in qualità di testimone di giustizia, ma deve subire l’onta da parte della Commissione centrale. La storia narrata nel libro “Io ho denunciato”, liberamente ispirata a una vicenda realmente accaduta, è stata scritta per raccogliere il grido disperato d’aiuto, per far emergere le positività ma, soprattutto, le difficoltà che devono affrontare e subire i testimoni di giustizia italiani, assieme alle loro famiglie; per migliorare un sistema che presenta carenze significative nella salvaguardia di chi ha denunciato le mafie; per portare molte altre persone a denunciare. È un dovere testimoniare, ma è un diritto essere tutelati. Il protagonista ha vinto la sua battaglia, è riuscito a guadagnarsi la libertà. Ma quanti mancano ancora all’appello? 
iohodenunciato.it

[Disponibile online]
@iohodenunciato

IO HO DENUNCIATO #lettori

IO HO DENUNCIATO

#fotolettori #graziedicuore #iohodenunciato

«Così mi sono ribellato a due clan mafiosi». La scelta consapevole, di chi non ce la fa più a vivere circondato dai criminali.

IO HO DENUNCIATO, la drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano

#fotolettrice #recensioni #romanziitaliani #leggerepervivere #testimonidigiustizia #storiavera

http://www.iohodenunciato.it

Una Giornata Particolare

UNA GIORNATA PARTICOLARE.
#esperienzastraordinaria
#incontroincarcere#ergastolani
Grazie Cinziaa, per l’opportunità. Grazie a te, ai docenti del ‘Patini’ di Castel di Sangro e ai tuoi favolosi ragazzi.

Lezione di legalità e umanità: studenti del “Patini Liberatore” incontrano i detenuti

4 APRILE 2019

 Una giornata speciale per i ragazzi del “Patini Liberatore” di Castel di Sangro che hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con il mondo carcerario. Una lezione che passa dal rispetto delle regole, la comprensione, fino a toccare il lato decisamente più umano con le storie di tanti volti.  Il Direttore della casa circondariale di Sulmona, Sergio Romice, ha aperto i cancelli di via Lamaccio a 50 studenti che, dopo nozioni di legalità e consapevolezza, hanno incontrato quattro detenuti in regime di 41bis. I carcerati si sono messi a nudo raccontandosi attraverso le scelte sbagliate, la solitudine e la sofferenza. A conclusione di un percorso di approfondimento sulla legalità condotto dalle docenti Di Cola, Giampaolo, Sigismondi, Scannella e Del Castello infatti per i ragazzi è stato il tempo dell’umanità, del racconto della consapevolezza.  La voglia di rimettersi in gioco. 

Lo scrittore e giornalista Paolo De Chiara autore del romanzo “Io ho denunciato” ha accompagnato gli studenti in questo viaggio unico, confrontandosi con i ragazzi sul tema della necessità per tutti e per ciascuno di mettersi in discussione. Essere coraggiosi. Migliorare la propria realtà e formarsi cittadini attenti e presenti a se stessi e alla società con lo scopo di migliorarla. Con il funzionario giuridico pedagogico dott.ssa Fiorella Ranalli, il Comandante del reparto di polizia penitenziaria Commissario Sarah Brunetti e la prof.ssa Mascio i ragazzi si sono addentrati nei meandri della realtà quotidiana vissuta dai detenuti. Di grande impatto le testimonianze di Giuseppe, Orlando, Napoli e altri che hanno interagito con pacatezza e senza veli. Parole chiave: scelta, condivisione, ricerca, cultura e partecipazione . Un incontro di alta valenza formativa ha sottolineato la preside Cinzia D’Altorio “Non accade tutti i giorni il miracolo di mettere di fronte le giovani coscienze con temi delicati come questo. Solo docenti che credono nei diritti e nei doveri possono osarlo fare fino in fondo. L’unica strada possibile per affermare la civiltà”

#libri in Biblioteca

IO HO DENUNCIATO alla Biblioteca comunale ‘Michele Romano’ di Isernia.
#iohodenunciato#romanzo#storiavera#tdg#cosanostra#biblioteca#isernia

Intervista #pdc

INTERVISTA A PAOLO DE CHIARA (giornalista e scrittore) 
A cura degli allievi della scuola di giornalismo per ragazzi sezione di Agnone.

marzo 2019

IO HO DENUNCIATO #video

Lo scrittore Paolo De Chiara ha aperto il ciclo di incontri “OTIUM LETTERARIO” al centro AFRA di Larino

È stato lo scrittore molisano Paolo De Chiara ad aprire il nuovo ciclo di incontri culturali a cura del centro AFRA di Larino. Il titolo di quest’anno è “OTIUM LETTERARIO”. “L’ozio per Francesco Petrarca è l’otium litteratum (contrapposto al negotium) dei classici: l’appartarsi dal rumore mondano, il riposo consacrato al sapere e al ben agire, la lettura di molti e buoni libri, lontano dall’angustia e dalla fretta della società”, spiega Gianluca Venditti del centro culturale AFRA.

Il primo ospite, come dicevamo, è stato lo scrittore Paolo De Chiara che ha presentato il suo ultimo lavoro “io ho denunciato” romanzi italiani edizioni e racconta la storia di uno degli ottanta testimoni di giustizia del nostro Paese. “Il testimone di giustizia – dice De Chiara – non è come i collaboratori, i famosi pentiti, il testimone di giustizia solitamente è un imprenditore vessato per anni dal crimine organizzato e che arrivato a un certo punto non ce la fa più e denuncia, pagandone le conseguenze. A volte capita anche a semplici cittadini trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato, diventando loro malgrado testimoni di fatti gravi e che invece di starsene zitti denunciano”.

da Germinamente.it

IO HO DENUNCIATO #larino

GRAZIE di CUORE al Centro ‘Afra’ di Larino, a Caterina, a Gianluca e a Massimiliano (per il suo prezioso intervento) #sietepersoneeccezionali

Presentazione del libro IO HO DENUNCIATO a #larino
#libro#storiavera#iohodenunciato
@iohodenunciato
www.iohodenunciato.it

IO HO DENUNCIATO #lettori

GRAZIE di CUORE 
#lettori


“IO HO DENUNCIATO”
di Paolo De Chiara

Libro stupendo che racconta in maniera brillante e con verità, la drammatica storia di un Testimone di Giustizia, il quale vittima della mafia, decide di denunciare i suoi carnefici.
Da allora è stato un lungo e doloroso cammino contrassegnato da trepidazione ed incertezze, ma nonostante tutto non si arrende e con dignitoso coraggio prosegue il suo cammino anche se difficile e tortuoso.
Un racconto avvincente, vero, catturando così non solo la mia mente ma anche il cuore e la pancia, e rendendomi davvero partecipe di quanto leggevo.
Un libro in grado di catturarti come pochi.
Quando sapere, capire diviene una necessità.
Da leggere assolutamente
Personalmente l’ho letto tutto d’un fiato.
Consiglio di leggerlo a tutti!!
Un grazie allo scrittore e giornalista Paolo De Chiara per il suo prezioso lavoro.
#grazie#paolodechiara ✍📖
#iohodenunciato#storiavera#verità#sicilia#catania#testimonedigiustizia#tdg#pdc#libro#romanzo#romanziitaliani
@paolo_de_chiara @iohodenunciato


Ho sempre creduto che per difenderci dal male bisogna affrontarlo

Giovanni Falcone diceva “la mafia è un fenomeno umano e come tale ha avuto un inizio ed avrà una fine”

Se poi questa fine arriverà presto o tardi, dipende da noi. #insiemesipuò
#leggereperconoscere#leggerepercapire#leggereaprelamente#leggeresempre
#mafiamontagnadimerda

IO HO DENUNCIATO #lettori

Grazie di Cuore 
«Testimonianze di verità: “IO HO DENUNCIATO” di @paolo_de_chiara 

#lettureconsigliate #iohodenunciato #storiavera #testimonidigiustizia #libridaleggere #grazielettori»

Grazie di Cuore, dottoressa #buonalettura 
«La libertà di pensiero è più forte della tracotanza del potere.» Giordano Bruno.

#fotolettrice #graziedicuore #iohodenunciato #libridaleggere #romanziitaliani #lettureconsigliate #testimonidigiustizia

IO HO DENUNCIATO #lettori

#recensioni
#iohodenunciato #storiavera


da Emiliana Volonnino
«Il mio impegno civile di questi anni mi ha portato a conoscere persone grandiose ma umili. Una di queste è senza dubbio Paolo De Chiara (giornalista di inchiesta, scrittore, sceneggiatore). L’ho conosciuto dopo aver letto il suo libro su Lea Garofalo e sui Testimoni di giustizia….
Vi consiglio la lettura di questo libro (che si fa leggere tutto d’un fiato). La storia di tanti testimoni di giustizia confusi sempre con i collaboratori. Un racconto che è come la sceneggiatura di un film. Riesce a farti vivere la rabbia, l’angoscia e l’ingiustizia vissuta dal protagonista. Uno stato senza stato.
#buonalettura»


www.iohodenunciato.it

IO HO DENUNCIATO #tdg

#iohodenunciato #presentazioni #senzasoste

IO HO DENUNCIATO
La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano
di Paolo De Chiara

Un imprenditore italiano subisce, per tanti anni, l’arroganza criminale da parte di due clan di Cosa nostra: usura, estorsioni, violenze fisiche e morali. La sua storia è emblematica ed unica nel suo genere. Dopo una fortissima crisi interiore e un profondo senso di smarrimento denuncia gli aguzzini mafiosi. L’uomo entra in un mondo totalmente sconosciuto, viene trasferito in località protetta insieme ad una parte della sua famiglia. Anni di privazioni, difficili da sopportare. Estirpato dal suo territorio, perde il contatto con la sua terra, con i suoi amici, con il suo mondo lavorativo. Deve far perdere le sue tracce, diventare invisibile per scampare ad una condanna a morte sancita dai criminali senza scrupoli. Una vita da recluso, per aver compiuto il proprio dovere. I continui trasferimenti in diverse città italiane mettono a dura prova le sue certezze. Lo smarrimento, la destabilizzazione, la disperazione cominciano a convivere quotidianamente con la sua nuova vita.

Le accuse del testimone contro i clan sono devastanti per l’organizzazione: arresti, processi, condanne, dopo un lungo travaglio e un percorso pieno di ostacoli, disseminati non solo dagli uomini del malaffare.

Esiste un abisso tra i testimoni di giustizia e i collaboratori: sono due figure completamente diverse. I cosiddetti ‘pentiti’, termine senza alcun tipo di significato, hanno fatto parte delle organizzazioni criminali e nella maggior parte dei casi sono degli assassini sanguinari che hanno deciso di “saltare il fosso” per motivi di mero opportunismo, legato alla riduzione della pena inflitta; i testimoni, al contrario, sono dei cittadini onesti, senza legami con le mafie: hanno denunciato per l’alto senso di giustizia e legalità. Hanno visto, hanno sentito, hanno toccato con mano, hanno subìto. Hanno avuto il coraggio di ribellarsi.

IO HO DENUNCIATO è una rappresentazione realistica delle tante problematiche riferite e denunciate da chi ha speso la propria vita nella lotta contro il male. La vicenda umana raccontata tocca le corde più delicate della sua esistenza: la disperazione, le paure, le incertezze, le pressioni, i rapporti con la famiglia, con gli amici, con i parenti. I legami lavorativi distrutti. La scelta forzata di abbandonare la propria terra, provando a costruire con fatica una nuova esistenza, completamente slegata dalla precedente. Il testimone scivola velocemente in un vortice infernale, perde la sua dignità, la sua identità e la sua libertà.

Una vita devastata, reinventata, pianificata, studiata a tavolino.

La storia narrata nel libro IO HO DENUNCIATO, liberamente ispirata alla vicenda realmente accaduta all’imprenditore italiano, è stata scritta per raccogliere il grido disperato d’aiuto, per far emergere le positività ma, soprattutto, le tante difficoltà che devono affrontare e subire i testimoni di giustizia italiani, assieme alle loro famiglie; per migliorare un sistema che presenta carenze significative nella salvaguardia di chi ha denunciato le mafie; per portare molte altre persone a denunciare.

È un dovere testimoniare, ma è un diritto essere tutelati e rispettati. Il protagonista ha vinto la sua battaglia, è riuscito a guadagnarsi la sua libertà. Ma quanti mancano ancora all’appello?

www.iohodenunciato.it
mail:iohodenunciato@virgilio.it

DISPONIBILE online su:
IBS.it 
LIBRERIA UNIVERSITARIA.it 
AMAZON 
MONDADORISTORE.it 
LaFELTRINELLI.it

Data di uscita: gennaio 2019
Pagine: 152
Copertina: morbida
Editore: Romanzi Italiani
ISBN: 9788827864258
www.iohodenunciato.it

FOSSE ARDEATINE #roma

24 marzo 1944, l’eccidio delle Fosse Ardeatine, 335 civili e militari italiani, furono trucidati a Roma dalle truppe nazifasciste

 #eccidio #fosseardeatine #roma #viarasella #schifosinazifascisti

IO HO DENUNCIATO a Isernia

IO HO DENUNCIATO a Isernia
20 marzo 2019


#iohodenunciato #assemblea #studenti #isernia


Contro la paura e l’omertà

Buona lettura #iohodenunciato

BUONA LETTURA #iohodenunciato #libri #romanzo #storiavera #sicilia #cosanostra #mafiemontagnadimerda #romanziitaliani

IO HO DENUNCIATO in Sicilia

IO HO DENUNCIATO a Sant’Agata di Militello (Messina), 15 marzo 2019
#studenti #iohodenunciato #libri #tdg #pdc

IO HO DENUNCIATO a Capo d’Orlando (Messina), 15 marzo 2019
#iohodenunciato #libri #tdg #pdc

IO HO DENUNCIATO a Brolo (Messina), 16 marzo 2019
#studenti #giovani #iohodenunciato

#capodorlando #siciliabedda

IO HO DENUNCIATO #pdc

Grazie di Cuore #buonalettura #iohodenunciato #storiavera #pdc #cosanostra #mafiemontagnadimerda

IL CORAGGIO DI DIRE NO a Martina Franca e Cisternino, Puglia

IL CORAGGIO DI DIRE NO… a Martina Franca, 9 marzo 2019
Con i favolosi ragazzi dell’Istituto Comprensivo ‘Chiarelli’.

e
#leagarofalo#ragazzi#scuola#giovani

IL CORAGGIO DI DIRE NO… a Cisternino, 9 marzo 2019
Con i cittadini e con i ragazzi dell’Ist. Comprensivo di Cisternino.


#leagarofalo#ilcoraggiodidireno#ndranghetamontagnadimerda

VIA TASSO #pernondimenticare

schifosi #nazifascisti #roma
Il carcere di Via Tasso
Brano tratto e adattato dal volume “Via Tasso. Museo storico della liberazione di Roma” di Arrigo Paladini, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, 1994.

«Quando i romani che hanno vissuto i giorni dell’occupazione nazista sentono pronunciare il nome di «Via Tasso» non possono non ritornare con la mente e con il cuore a quel passato, ormai remoto, e non provare ancora una volta un senso di disagio e talvolta di paura.

Tutti, anche coloro che hanno trascorso quel buio periodo magari ai margini di ogni attività di lotta, nascosti o prudentemente isolati. «Via Tasso», era per tutti essenzialmente un simbolo, senza altre aggiunte che specificassero che cosa fosse, quale drammatico luogo di tortura e di morte rappresentasse. Il simbolo della più inaudita sofferenza, della più spietata sopraffazione; il luogo dove veniva calpestata ogni dignità umana, in nome della feroce violenza che solo la barbarie di un oppressore ormai vinto può esercitare.»
http://www.16ottobre1943.it/it/il-carcere-di-via-tasso.aspx

«Io ho denunciato» con gli #Studenti

«IO HO DENUNCIATO» 
incontro con gli studenti dell’IIS Patini Liberatore di Castel di Sangro (Aq), 6 marzo 2019
#scuola #incontri #ragazzi #studenti#sapere
#iohodenunciato #tdg #storiavera #paolodechiara
www.iohodenunciato.it

Il Coraggio di dire No in #Puglia


IL CORAGGIO DI DIRE NO
Martina Franca
Cisternino

#ilcoraggiodidireno #leagarofalo
#scuola #incontri #ragazzi #studenti #sapere
9 marzo 2019



Il nuovo libro di Paolo De Chiara

“Io ho denunciato” è il nuovo libro di Paolo De Chiara

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 febbraio 2019

La storia drammatica di un imprenditore italiano che ha denunciato due clan di Cosa nostra.
Un imprenditore italiano subisce, per tanti anni, l’arroganza criminale da parte di due clan di Cosa nostra: usura, estorsioni, violenze fisiche e morali. La sua storia è emblematica ed unica nel suo genere. Dopo una fortissima crisi interiore e un profondo senso di smarrimento denuncia gli aguzzini mafiosi. L’uomo entra in un mondo totalmente sconosciuto, viene trasferito in località protetta insieme ad una parte della sua famiglia. Anni di privazioni, difficili da sopportare. Estirpato dal suo territorio, perde il contatto con la sua terra, con i suoi amici, con il suo mondo lavorativo. Deve far perdere le sue tracce, diventare invisibile per scampare ad una condanna a morte sancita dai criminali senza scrupoli. Una vita da recluso, per aver compiuto il proprio dovere. I continui trasferimenti in diverse città italiane mettono a dura prova le sue certezze. Lo smarrimento, la destabilizzazione, la disperazione cominciano a convivere quotidianamente con la sua nuova vita. La storia narrata nel libro “Io ho denunciato”, è la vicenda realmente accaduta all’imprenditore italiano.Le accuse del testimone contro i clan sono devastanti per l’organizzazione: arrestati, processi, condanne, dopo un lungo travaglio e un percorso pieno di ostacoli, disseminati non solo dagli uomini del malaffare. L’imprenditore, dopo la denuncia, entra nel programma provvisorio di protezione in qualità di testimone di giustizia. Il tema trattato è scottante. L’informazione sui testimoni di giustizia è scarsa e nell’immaginario collettivo, spesso, la figura viene confusa, a volte con precisa intenzione, con quella dei collaboratori di giustizia, i cosiddetti pentiti. Due categorie completamente diverse. Lo Stato italiano, come forse mai nella storia, sprona il cittadino a denunciare e si prodiga con competenza e serietà alla sua protezione. Ma cosa succede quando si denuncia? Quali sono le procedure? Quali le rinunce, gli obblighi, i rischi e le privazioni? EDITORE: Romanzi Italiani Pagine: 152 Costo: 12,00 euro
Sito web: http://www.iohodenunciato.it

FONTE: Fidest, Agenzia giornalistica

Fidest - Agenzia giornalistica/press agency

La storia drammatica di un imprenditore italiano che ha denunciato due clan di Cosa nostra.
Un imprenditore italiano subisce, per tanti anni, l’arroganza criminale da parte di due clan di Cosa nostra: usura, estorsioni, violenze fisiche e morali. La sua storia è emblematica ed unica nel suo genere. Dopo una fortissima crisi interiore e un profondo senso di smarrimento denuncia gli aguzzini mafiosi. L’uomo entra in un mondo totalmente sconosciuto, viene trasferito in località protetta insieme ad una parte della sua famiglia. Anni di privazioni, difficili da sopportare. Estirpato dal suo territorio, perde il contatto con la sua terra, con i suoi amici, con il suo mondo lavorativo. Deve far perdere le sue tracce, diventare invisibile per scampare ad una condanna a morte sancita dai criminali senza scrupoli. Una vita da recluso, per aver compiuto il proprio dovere. I continui trasferimenti in diverse città italiane mettono a dura prova le…

View original post 170 altre parole

#lettori «Io ho denunciato»


Arrivato oggi, ho impiegato 2 ore circa a leggerlo tutto d’un fiato, ad un certo punto avevo la vista annebbiata dalle lacrime, una testimonianza unica, di facile lettura e comprensione, l’autore Paolo De Chiara, a mio avviso, lo ha scritto per farlo leggere a tutti i cittadini e, sempre secondo me, è da proporre come testo di educazione civica

http://www.iohodenunciato.it

Castello di menzogne

«Non potranno mentire in eterno.
Dovranno pur rispondere,
prima o poi,
alla ragione con la ragione,
alle idee con le idee,
al sentimento col sentimento.
E allora taceranno:
il loro castello di ricatti,
di violenze,
di menzogne
crollerà».

Gli italiani, per una parte, sono ingenui e politicamente immaturi: ma sono naturalmente intelligenti e si stanno lentamente rendendo conto da che parte sta la ragione. Le nuove leve di giovani lo dimostrano.
1960
Pier Paolo #Pasolini

#lettori IO HO DENUNCIATO

GRAZIE di Cuore 

#lettore #iohodenunciato #storiavera #romanziitaliani #tdg #pdc #romanzo @iohodenunciato

#iohodenunciato

«IO HO DENUNCIATO» 
di Paolo De Chiara 
www.iohodenunciato.it
ROMANZO INEDITO! 
#iohodenunciato #tdg #romanzo #storiavera #paolodechiara #romanziitaliani


Cosa succede ad una vittima dopo aver denunciato dei clan mafiosi? 
Lo Stato ti abbandona? 
Lo Stato ti tutela? 
Devi lasciare la tua terra? 
Devi abbandonare le tue amicizie? 
Devi abbandonare il tuo lavoro? 
Lo Stato ti aiuta psicologicamente? 
Lo Stato ti aiuta a reinserirti nel contesto sociale e lavorativo? 
Tutte risposte che troverai leggendo il romanzo «Io ho denunciato». 
Non è il classico romanzo dove si racconta la storia di una vittima di mafia, perché queste storie sono tutte uguali, chi più e chi meno, sono sempre drammatiche. 
In questo romanzo si racconta maggiormente e realmente cosa accade ad una vittima dopo aver denunciato.


«IO HO DENUNCIATO» lo trovi ON LINE sui maggiori STORE.

PREMIO letterario “Uniti per la Legalità”

PREMIO letterario “Uniti per la Legalità”

3^ edizione- Sezione “narrativa edita”


III classificato “Il coraggio di dire No”, Paolo De Chiara (Targa – diploma e motivazione)

#iohodenunciato INTERVISTA #radioinblu

Cosa succede in città – Franco Zeffirelli e Paolo de Chiara
#intervista #iohodenunciato #storiavera

  • Che cosa succede quando un imprenditore, vessato dalle assurde pressioni di clan mafiosi, decide di denunciare? Come vive dopo la denuncia? Quali tutele offre lo stato a lui e alla sua famiglia? A queste domande risponde lo scrittore Paolo de Chiara, che alle vite dei testimoni di giustizia ha dedicato già altri libri. Il più recente è ‘Io ho denunciato’ la storia vera di un imprenditore coraggioso, che ha deciso di denunciare i suoi aguzzini, accettando di stravolgere completamente la sua vita.

digita qui per Approfondire

#appuntamenti IO HO DENUNCIATO

#interventi #2019

#workinprogress


BOLOGNA, 24 febbraio
CASTEL DI SANGRO, 6 marzo MARTINA FRANCA, 9 marzo
CAPO D’ORLANDO, 15 marzo
ROMA, marzo
CATANZARO, 12 aprile
MILANO, 4 maggio
PARMA, 25 maggio
#iohodenunciato

#intervista RADIO in Blu

LIVE…
INTERVISTA #PDC#iohodenunciato#storiavera

COSA SUCCEDE IN CITTÀ?
Il programma condotto da Ida Guglielmotti punta ad informare il pubblico su alcuni significativi appuntamenti di carattere culturale in cartellone nelle varie regioni italiane.

15 febbraio dalle 21:15

#recensione IO HO DENUNCIATO

I tempi che viviamo sono sempre più cupi. Si parla a sproposito di rimozione delle scorte. In questo buio compare, abbacinante, il libro di PaoloDeChiara, io ho denunciato. Con uno stile semplice e di impatto De Chiara racconta la vicenda di un testimone di giustizia che denuncia la mafia, facendo chiarezza ancora una volta, dopo i suoi precedenti libri, Sulla differenza tra testimoni di giustizia e collaboratori di giustizia. Una differenza che talvolta le stesse istituzioni ignorano. Nel libro emerge tutta la personalità di De Chiara e la sua cultura ricercata, tanto che anche le citazioni messe in bocca al protagonista sono tanto azzeccate quanto insolite. Da notare anche il nome Lea, dato a una comparsa del libro, come a voler ricordare Lea Garofalo, della cui drammatica storia si è occupato nel precedente Il coraggio di dire no.
Perché denunciare se poi si finisce per vivere sotto scorta e questo vuol dire in un certo senso smettere di vivere, finire in un limbo, sopportare un immane stress psicofisico, perdere gli affetti, allontanarsi dalla propria terra, mettere in pericolo la propria famiglia, avere a che fare con membri delle istituzioni a volte incompetenti e insensibili? La risposta la troverete leggendo il libro, ma vale la pena accennarla: non solo ogni conquista, anche quella nella lotta alla mafia, non è data una volta per tutte perché la mafia si ripresenta ovunque ogni giorno, ma è solo l’ unione delle voci a creare l’onda che può abbattere il sistema.
Esistono inoltre tante persone empatiche e competenti grazie alle quali il sistema di protezione rimane un valido strumento per i testimoni di giustizia anche se con grandi criticità.

Consiglio la lettura a Matteo Salvini e a tutti i rappresentanti delle istituzioni, a ogni livello.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: